I corsi per la Grande Distribuzione

ITSTIME4mall è un percorso di alta formazione erogato dall’Università Cattolica sotto la responsabilità scientifica e la docenza di ITSTIME (www.itstime.it) che si rivolge alla grande distribuzione. Il corso è strutturato per fornire strumenti per l’acquisizione di consapevolezza e competenze per mettere in grado i centri commerciali di ridurre la propria vulnerabilità e migliorare le loro capacità di risposta in caso si trovino coinvolti in un attacco terroristico.

Il terrorismo è un fenomeno complesso, le cui cause possono essere rintracciate in molteplici aspetti tra i quali quelli sociali, economici, politici, ecc. Una cosa però è certa: il fenomeno del terrorismo, qualsiasi sia la sua forma, è destinato a durare nel tempo, nel contesto della guerra ibrida che caratterizza i conflitti del nuovo millennio.Se, dunque, la percezione del rischio proposto dal terrorismo aumenta e, con essa, la domanda di risposta da parte dei cittadini, è allora importante porre il problema nella giusta prospettiva per capire i motivi della scelta dei centri commerciali e della grande distribuzione in generale come bersaglio del terrorismo.

Questi anni hanno evidenziato come i luoghi della quotidianità, quelli più frequentati e più indifesi, siano diventati i possibili bersagli di un attacco: sono i cosiddetti soft-target. D’altra parte “attaccare la quotidianità” è lo strumento che permette ai terroristi di fare terrore, catapultando nell’incertezza della paura ogni gesto e ogni relazione.

La scelta specifica di colpire i grandi centri commerciali è dettata da diverse motivazioni tra le quali l’identificazione del brand come espressione del nemico da combattere, la facilità operativa di portare a termine un attacco o la semplicemente prossimità della struttura e l’opportunità che porta con sé. Infatti, considerando il rischio di un attacco a un centro commerciale in un’ottica più ampia, il terrorismo persegue il suo obiettivo primario, ossia diffondere il terrore attraverso la minaccia, in molteplici modi e la grande distribuzione si trova facilmente a essere in una posizione chiave per colpire tre aspetti cardine della società contro la quale il terrorismo combatte: l’asset comunicativo, valoriale ed economico.

Non farsi quindi trovare impreparati è la carta vincente sia in termini di garanzie di sicurezza e di tutela per il cliente sia per contenere il danno che un eventuale attacco potrebbe portare al business aziendale: il terrorismo è una minaccia attuale e rilevante ma la sua forza di offesa sta nella capacità di colpire le vulnerabilità delle vittime, pertanto è possibile difendersi attraverso un percorso di miglioramento che coinvolga le caratteristiche del centro commerciale e quelle di risposta alla minaccia terroristica.

ITSTIME e la sicurezza al supermercato: come difendersi dai nuovi attacchi terroristici.

Non farsi quindi trovare impreparati è la carta vincente sia in termini di garanzie di sicurezza e di tutela per il cliente sia per contenere il danno che un eventuale attacco potrebbe portare al business aziendale: il terrorismo è una minaccia attuale e rilevante ma la sua forza di offesa sta nella capacità di colpire le vulnerabilità delle vittime, pertanto è possibile difendersi attraverso un percorso di miglioramento che coinvolga le caratteristiche dell’azienda e quelle di risposta alla minaccia terroristica.

Il corso proposto è organizzato in una serie di moduli, sempre più specifici e adattati alla realtà del destinatario, con l’obiettivo

  • di ridurre le vulnerabilità e migliorare le proprie capacità di difesa dal terrorismo;
  • di mettere in grado il personale e i clienti di affrontare un eventuale attacco, riducendo il danno al minimo.

L’intervento formativo, partendo dall’analisi dei più recenti attacchi a centri commerciali, guida i partecipanti all’analisi critica delle modalità operative utilizzate per realizzare gli attacchi, nonché dei profili degli attentatori, per identificare possibili vulnerabilità sulle quali intervenire per ridurre sia la probabilità di un attacco sia gli eventuali danni che potrebbe provocare. Attraverso il modello del crisis management applicato al terrorismo i partecipanti sono sollecitati ad approfondire gli aspetti operativi della risposta immediata (dal coordinamento in caso di un attacco ai processi di comunicazione interni ed esterni per sensibilizzare sul tema e gestire l’evento critico qualora si presentasse).

Infine, l’analisi delle proprie vulnerabilità (che è oggetto dei moduli di formazioni personalizzati per ogni realtà aziendale) declinate nel contesto del rischio terrorismo, insieme alle azioni di risposta all’evento, è il materiale utile a promuovere una simulazione per verificare la consistenza delle procedure di sicurezza del centro commerciale e definire dei percorsi di miglioramento.

La struttura del corso

Moduli di 4 ore, organizzati sulla base di una giornata di formazione (2 moduli al giorno)

I moduli si distinguono in:

  • introduzione alle problematiche del terrorismo (2 giorni 4 moduli)
  • definizione della risposta operativa alla minaccia in uno specifico contesto aziendale (2 giorni 4 moduli)
  • training sul campo di uno specifico contesto aziendale (test e valutazione delle risposte) (da definirsi in base alle specifiche esigenze)

La formazione è certificata dall’Università Cattolica.

I corsi sopra indicati rappresentano solo un esempio delle molteplici attività formative che sono realizzate e che possono essere adattate a ogni necessità.

Per informazioni e richieste compilare il modulo di contatto.