25Jan/17

Rigopiano, Diga a Campotosto e la gestione vulnerabile dell’emergenza in Italia – by Barbara Lucini

Si era già scritto delle mancanze e delle crescenti vulnerabilità della gestione della valanga che ha distrutto l’Hotel Rigopiano, causando molti morti. Vulnerabilità che non sono uniche o tipiche dell’Hotel colpito o della neve caduta copiosamente, meglio sono esiti, talvolta effetti indesiderati di un sistema di previsione, prevenzione e gestione che ha smesso di funzionare su più fronti: Continue reading

24Dec/16

Melbourne: terrorismo a Natale anche in Australia – by Matteo Vergani

All’alba del 23 Dicembre, 400 agenti della polizia del Vittoria, della polizia federale e dei servizi segreti interni hanno condotto arresti e perquisizioni in 5 quartieri a nord di Melbourne, sventando quello che il primo ministro Turnbull ha definito il complotto terroristico più grande mai pianificato sul suolo australiano. Continue reading

23Dec/16

Attacco a Berlino: il video di Amri e le questioni che solleva il suo viaggio

Il video di Amri, diffuso dall’agenzia Amaq di Daesh, potrebbe sembrare uno dei soliti che vengono diffusi a seguito di un attacco. Questa volta però è molto più interessante perché poche ore dopo aver girato il video Amri è arrivato in Italia, terminando il suo viaggio alle porte di Milano, a Sesto San Giovanni, dove agenti della Polizia di Stato, nello svolgimento delle proprie funzioni di presidio del territorio, hanno dato prova di professionalità e capacità di sopravvivenza eliminandolo.  Continue reading

22Dec/16

Attacco a Berlino: dal profilo di Amri alle vulnerabilità del sistema

La cronaca dell’attacco ai mercatini di Natale a Berlino, portata a termine “forse” da Anis Amri, “apparentemente” nato in Tunisia nel 1992 ne ha delineato in maniera anche estremamente dettagliata il profilo, gli spostamenti e le vicende che lo hanno visto coinvolto tra Italia e Germania, in un susseguirsi di situazioni che lo hanno portato lunedì sera a lanciarsi con un camion contro i turisti che attorniavano le bancarelle natalizie berlinesi.  Continue reading

19Dec/16

Attentato a Karak: il contesto critico giordano fra terrorismo e turismo – by Marco Maiolino

Il 18 dicembre scorso a Kerak in Giordania, un commando di miliziani pesantemente armati ha prima aperto il fuoco contro degli agenti di polizia locali e poi si è asserragliato nell’antico castello crociato della città giordana meridionale, oggi frequentata località turistica, dando luogo ad un prolungato scontro a fuoco con le forze di sicurezza. Nel castello sono stati rinvenuti diversi esplosivi, munizioni e armi da fuoco. L’attacco ha causato la morte di una cittadina ventinovenne canadese, tre cittadini giordani e cinque agenti di polizia. Continue reading