Tag Archives: Iraq

07Nov/16

Quale sarà la sconfitta del Daesh?

I recenti successi delle operazioni via terra in Siria, che hanno gravemente limitato il territorio sotto il controllo del Daesh, hanno scaldato i cuori e le menti di molti che hanno ritenuto che la sconfitta del Daesh fosse ormai dietro l’angolo, prima con l’accelerato dinamismo delle operazioni su Mosul e ora spostando l’attenzione su Raqqa, secondo la medesima linea interpretativa per cui privare il Daesh del territorio sia il fatto vincente esclusivo. Continue reading

28Oct/15

Guerra sul campo. Iraq e Siria facciamo due conti – by Marco Maiolino

Mentre gli Stati Uniti, proprio ieri, hanno dichiarato la loro intenzione di modificare la strategia di ingaggio contro Daesh in Medio Oriente, vagliando le possibilità di incrementare l’attività militare, servendosi di truppe sul terreno, ITSTIME fornisce alcuni dati interessanti sull’attuale situazione sul campo, in Siria e Iraq: Continue reading

26Oct/15

Keeping on connecting the dots, interesting pieces to look at – by Marco Miolino

Interestingly, looking at the bigger picture, something seems to be on the move, quickly, especially within the terrorist constellation, quite striking, when the Caliphate is engaged on different fronts. The Thursday US special forces (Delta force) and Kurdish militias hostages rescue operation in Hawija, showed a clear change (although officially denied) in the US counter-terrorism policy in ME (when Russia seems to getting the regional upper hand, with a diplomatic rhetoric much more focused on jointly fight terrorism), then Aleppo, Raqqa and Ramadi, this time, may all be part of a much more pragmatic action, now that there are troops, Quds (Iran), Russians, Iraqis and Hezbollah (Lebanon), at least, on the ground. Continue reading

15Jul/15

Dabiq 10, ultimo numero del magazine di IS – by Marco Lombardi

E’ uscito il 13 luglio l’ultimo numero della rivista patinata del Califfato che persegue la sua linea per accreditarsi come l’unico e vero Stato Islamico e continua la sua promozione in altri contesti, rilanciando il recente video rivolto alla gente dei balcani e i canti di chiamata agli uiguri (commentati entrambi in precedenti post di Itstime). Continue reading

Rapporto:Twitter e jihad: la comunicazione dell’Isis

Social Media, video, riviste digitali, radio locali, pamphlet e manifesti: Isis si è dimostrato capace di adattare la sua strategia di comunicazione per rafforzare il suo potere locale, reclutare nuovi combattenti o influenzare le opinioni pubbliche degli stati occidentali e arabi. Non soltanto immagini di guerra ed esecuzioni sommarie, ma anche una propaganda costante per dimostrare di controllare il territorio ed essere in grado di provvedere ai bisogni dei cittadini. Continue reading

28Jan/15

The Islamic State. The risk of underestimating its power as a looming state actor – by Emilio Palmieri

The Islamic State (IS) is a shocking reality. Over the last year, it has been able to consolidate itself into a “state-like” manner as a result of the victory of the insurgency that erupted in the contested territorial area between Iraq and Syria after the departure of NATO and US forces and the struggle against the Assad regime respectively. Continue reading

08Jan/15

L’attacco a Parigi: una “ISISizzazione” delle tattiche militanti in Europa? – by Emilio Palmieri

Il 7 gennaio 2015, nel centro di Parigi, un team composto da tre militanti di ispirazione e prassi qa’idista ha portato a termine un attacco contro un obiettivo deliberato – la sede del giornale satirico “Charlie Habdo” – e contro obiettivi di opportunità (un poliziotto ed un passante) che si sono frapposti nel corso della manovra di esfiltrazione.

Continue reading