Tag Archives: Turism

19Jul/17

Qui la sicurezza è garantita – by Alessandro Burato

A Parigi è stata siglata un’intesa tra i diversi siti turistici, gli alberghi, i negozi e i musei per condividere gli sforzi di sicurezza tra tutti gli operatori del turismo. D’ora in poi, chi aderirà all’intesa, potrà affiggere una nuova vetrofania, oltre al certificato di eccellenza di TripAdvisor, con la scritta “securi-site”, che certifica che il luogo ha valutato i rispettivi dispositivi di sicurezza, ha formato il proprio personale, ha disposto l’utilizzo delle tecnologie necessarie a supporto e ha apportato modifiche infrastrutturali, laddove necessarie. Continue reading

20Jun/17

Resort Le Campement in Mali: ancora il turismo nel mirino del jihad – by Marco Maiolino

Domenica scorsa, 18 giugno, un commando di miliziani jihadisti ha attaccato il resort Le Campement in Mali – struttura alberghiera di lusso di Dougourakoro, località situata a circa 30 minuti a sud-est della capitale Bamako – prendendo decine di ostaggi e uccidendo 4 persone. Durante la consecutiva operazione di contro-terrorismo per la liberazione del resort dalla minaccia, le forze speciali maliane e francesi hanno liberato 60 persone (delle quali almeno 13 cittadini transalpini), eliminato 4 assalitori ed arrestato altri 5. Alcuni membri del commando risultano essere tuttora in fuga. Continue reading

19May/16

Aereo Egyptair caduto: altro colpo della propaganda del Daesh?

Copione che si ripete avendo imparato come fare meglio? L’incidente dell’airbus  della Egyptair, scomparso questa notte, il cui relitto è stato avvistato al largo dell’isola di Karpathos fa riecheggiare l’episodio avvenuto in Egitto, il 31 ottobre 2015, quando un aereo di linea russo è stato abbattuto nei cieli del Sinai dall’esplosione di una   lattina lasciata sotto il sedile, causando la morte di 224 passeggeri.
Ancora una volta il Daesh mette la bandiera in brevissimo tempo su un attacco che vede nel mirino i target ai quali siamo tristemente sempre più abituati: il turismo e la mobilità.

Al momento la strategia sembra la solita adottata dal Daesh nell’immediatezza degli eventi sui quali vuole imporre la propria paternità, ossia l’inversione della prova. Difficile in breve tempo determinare se effettivamente il califfato abbia abbattuto l’aereo e intanto, nel vuoto delle certezze, la comunicazione del Daesh si impone.

Les soldats du Califat ont réussi à faire tomber un avion francais transportant plus de 40 passagers qui ont tous été tués“, sarebbe il testo che viene lanciato via Twitter dalla branca egiziana del Daesh che rivendica così l’attacco motivato dai bombardamenti “occidental” in territorio siriano.

image001-2

Attacco quindi simile a quello avvenuto lo scorso ottobre, se le rivendicazioni verranno confermate, ma fatto meglio proprio per il passaggio dell’aereo dallo scalo parigino. Questa volta, infatti, ad essere stata violata è la sicurezza di un’aeroporto europeo. A niente valgono le ipotesi che qualiasi cosa sia stata introdotta sia passata dall’aeroporto di partenza del volo che, dopo essere atterrato a Charles de Gaulle ed aver caricato bagagli e passeggeri, è ripartito alla volta del Cairo prima di precipitare.

Duro colpo alla sicurezza aeroportuale e al turismo sul quale il Daesh vuole mettere subito il cappello con le sue strategie di propaganda. Mai come ora è necessario valutare con cura e cautela le ragioni della evento perché in ogni caso, sia stato un attentato o una appropriazione di un incidente da parte del Daesh, le conseguenze hanno un impatto rilevante sull’economia europea.

13Mar/16

Attacco in Costa d’Avorio: turismo e terrorismo

Altro attacco ad un resort, ancora una volta turisti obiettivo di uomini armati provenienti dal mare. Sembra di citare quanto accaduto a Sousse per opera di Rezgui in Tunisia il 26 giugno dell’anno scorso. Invece è quanto è accaduto oggi in Costa d’Avorio in un attacco, rivendicato al momento da AQIM, che ha visto coinvolte 3 strutture turistiche nelle quali hanno perso la vita 16 persone. Continue reading

16Jan/16

Attacco in Burkina Faso all’Hotel Spendid: Daesh e AQ in scena. Come? – by M.Lombardi, A.Burato, M.Maiolino

L’attacco terroristico che ieri notte ha colpito l’hotel Splendid, il Cappuccino cafè e l’hotel Yibi nella capitale del Burkina Faso, Ouagadougou, mediante operazioni di hostages taking, assalti con armi leggere e deflagrazioni, i cui effetti sono ancora in fase di accertamento, sottolinea alcuni elementi interessanti che è necessario inserire all’interno di una analisi olistica della minaccia terroristica.

Continue reading