Category Archives: Security

La nuova strategia di Mosca in Libia: arrivano gli Afrika Corps – A. Bolpagni & G. Porrino

Mentre gli occhi del mondo sono concentrati sulla guerra in Ucraina e sul conflitto tra Israele e Hamas, la Russia sta riconsolidando la propria presenza in Libia, ponendo un’ulteriore minaccia al fianco sud della NATO. Nonostante la disfatta dell’alleato Generale K. Haftar nella battaglia di Tripoli nel 2020, la presenza russa è rimasta ben consolidata in relazione al più ampio progetto geopolitico di proiezione di potenza nel Sahel e nell’Africa sub-Sahariana.

Continue reading
14Gen/24

Caos Ecuador: dalle pandillas di strada al narco-terrorismo – by Giovanni Giacalone

Nella serata del 9 gennaio l’Ecuador è piombato nel caos con le pandillas (bande di strada) che hanno attaccato con una violenza inaudita obiettivi istituzionali e civili come stazioni di polizia, pattuglie, ospedali, università, emittenti televisive, distributori di benzina. Colpi di arma da fuoco sono stati sparati indiscriminatamente contro agenti e civili e numerose auto sono state date alle fiamme.

Continue reading
14Dic/23

Reorganization through Confederation: how Putin is exploiting the PMC Wagner model – by G. Porrino, A. Bolpagni, F. Borgonovo

Despite the death of Yevgeny Prigozhin on 23 August, PMC Wagner continued to operate in the African and Middle Eastern theatre, except for the troops that were engaged in Ukraine and are now stationed in Belarus. In recent months, however, the Ministry of Defence has undertaken a plan to restructure the PMC Wagner network, preserving its tactical-operational assets and the benefits derived.

Continue reading
30Ott/23

Islamic State Blitzkrieg Propaganda – by F. Borgonovo, G. Porrino & S.R. Lucini

The recent Hamas attack has brought the Israeli-Palestinian conflict back into the international spotlight, and this has awakened the communication of the main jihadist groups. With al-Qa’ida supporting Hamas and its actions, a statement on the attack by the Islamic State was expected. On 20th October, through the publication of the 413th issue of al-Naba, an official newspaper issued by the Central Media Office of the Islamic State, IS expressed its position.

Continue reading
28Ott/23

Il cambio di strategia di Hamas verso il jihad globale -by Giovanni Giacalone

L’eccidio di civili perpetrato da Hamas lo scorso 7 ottobre ha sconvolto l’opinione pubblica e la comunità internazionale, infiammando nuovamente l’eterna questione israelo-palestinese e riportando al centro dell’attenzione mediatica e politica il problema del terrorismo di matrice islamista, messo nel dimenticatoio dall’emergenza Covid e dalla guerra in Ucraina. In molti hanno commesso l’errore di credere che il problema del jihad globale fosse sparito dopo la disfatta territoriale dell’ISIS nel Siraq (che non implica però una sua sconfitta), ma la realtà è ben diversa.

Continue reading
20Ott/23

War and peace in the global village. Second half – by Giacomo Buoncompagni*

Shortly after the clashes in Ukraine, the apparently silent Israeli-Palestinian conflict reignited, at least in the Western media. A few months later, more blood, death and hostages between polarised information and a desperate plea for peace. Diversity has historically been a potential source of friction and misunderstanding.

Continue reading
09Ott/23

Hamas attack in Israel: European security perspectives – by Maria Chr. Alvanou

As the world is watching Hamas attacking Israel in an unprecedent violent terrorist campaign within its borders, it is important to understand that the situation is also a security crisis from a European perspective. The following points show why Hamas actions are dangerous for European security and parameters that need attention in order to prevent and manage the threat created:

Continue reading
02Ott/23

Gang o aggruppamenti predatori urbani? – by Giovanni Giacalone

Cosa c’è dietro il fenomeno delle violente aggressioni a scopo di rapina che sta caratterizzando i grandi centri urbani italiani. Negli ultimi mesi si è parlato molto di aggressioni a scopo di rapina, spesso in pieno giorno e in zone centrali delle grandi aree metropolitane italiane e messe in atto da gang e dalle cosiddette “baby-gang”, termine quest’ultimo che come vedremo risulta quanto meno inappropriato se non errato.

Continue reading